Menu
Ti trovi qui:Thesis Academy»Blog Thesis Academy»Indice»Introduzione»L'organizzazione della stesura della tesi: l'importanza di procedere per passi»L’organizzazione della stesura della tesi: l’importanza di procedere per passi

L’organizzazione della stesura della tesi: l’importanza di procedere per passi

   Innanzitutto è importante chiarire un punto fondamentale: la tesi di laurea è un impegno rilevante e abbastanza complesso. Non si tratta però di un compito insuperabile, come tende a far credere il passaparola degli studenti, inclini a terrorizzarsi a vicenda. E’ vero però che la compilazione della tesi viene resa più difficile dall’assenza, nei programmi formativi universitari, di esercitazioni dedicate alla scrittura e all’organizzazione di un testo articolato.

   In realtà, la redazione di un elaborato universitario è un’attività che può essere notevolmente semplificata e che, pur restando impegnativa, può essere affrontata senza eccessive preoccupazioni. Il punto chiave è che la redazione della tesi richiede un iniziale e fondamentale:

esercizio organizzativo.

   Gli errori da evitare sono numerosi, ma il più comune è quello di pensare al “prodotto finito”.

   Un compito complesso può risultare molto più difficile se viene affrontato nella sua totalità. Nel caso della tesi di laurea, l’errore più comune è quello di pensare alla tesi ultimata prima ancora di avere avviato il lavoro, o di sfogliare tesi altrui già ultimate, oppure di immaginare la presentazione dell’elaborato davanti alla commissione. Il risultato di questo approccio può essere realmente paralizzante.

   Pensare a qualcosa di ultimato e soddisfacente, quando ancora non si ha a disposizione un titolo o non si è incominciato a scrivere, può determinare una sindrome frequente, definibile come:

“blocco del tesista”.

Blocco del tesista

 

   Lo studente si crede incapace non solo di realizzare la tesi nel suo complesso, ma di abbozzarne l’indice o di individuare i testi utili per la stesura. Si tratta, evidentemente, di un blocco psicologico immotivato, che può essere superato utilizzando un metodo di procedere e una serie di strumenti che via via vi descriverò.

   Il primo consiglio, quindi, è quello di:

 

procedere per passi successivi, 

 

senza lasciarsi impressionare dall’impegno e dalla complessità del compito.

 

 

Articoli correlati all'argomento che ti potrebbero interessareInformation

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Il servizio Filo Diretto

mette a tua disposizione una consulenza preliminare gratuita e non vincolante nella:

individuazione di un’area tematica o di una proposta di titolo per l’elaborato
strutturazione di un indice dettagliato
redazione di una presentazione introduttiva
realizzazione di una bibliografia orientativa
E' vietata la riproduzione anche parziale di quanto contenuto nel sito ex art.171 L. 633/194.